Una primavera

A t rigàl una primavera
ch’l’è snò una paróla.
Ma tìnla dacòunt
ch’la fiuréssa par tótta la vóita.

Una primavera

Ti regalo una primavera
che è soltanto una parola.
Ma tienila a conto
che fiorisca per tutta la vita.

Biografia

Annalisa Teodorani è nata Rimini nel 1978, vive a Santarcangelo di Romagna. Esordisce nel 1999 con la raccolta di versi in dialetto romagnolo “Par sénza gnént” (Per nulla), Rimini, Luisè cui fanno seguito “La chèrta da zugh” (La carta da gioco), 2004 e “Sòta la guàza” (Sotto la rugiada), 2010 entrambe per i tipi del Ponte Vecchio di Cesena con cui, nel 2013, dà alle stampe la seconda edizione del libro d’esordio. Nel 2014 esce “La stasòun dagli amòuri biénchi” (La stagione delle more bianche), Carta Canta Editore.

L’autrice è compresa nel saggio a cura di Pietro Civitareale “Poeti in romagnolo del secondo Novecento”, Imola, La Mandragora, 2005 e, a cura dello stesso autore, nella selezione antologica eponima uscita nel 2006 per le edizioni Cofine di Roma. La Teodorani è presente anche nel Dizionario dei poeti dialettali romagnoli del Novecento, a cura di Gianni Fucci e Giuseppe Bellosi, Villa Verucchio, Pazzini, 2006.

E’ compresa anche nell’antologia in lingua inglese “Poets from Romagna”, uscita nel 2013 per la casa editrice gallese Cinnamon Press e nell’antologia “Italia a pezzi”, Gwynplain 2014.

Recensioni alle sue opere sono comparse su riviste specializzate quali Il Parlar franco, Confini, Graphie.

Ha partecipato ad alcune edizioni del festival “di poesia La punta della lingua”, Ancona e nel 2013 è stata ospite del festival “Cabudanne de sos poetas” ovvero il Settembre dei poeti a Seneghe in Sardegna. Nel 2014 al ha partecipato al festival “La Luna e i calanchi” ad Aliano in Basilicata.